6 modi olistici per combattere la voglia di zucchero



6 modi naturali per combattere la voglia di zucchero

Quante volte ti sei detta di non mangiare più dolci, zucchero e poi ti sei trovata a cercare nella dispensa  per recuperare un residuo di un pacchetto di biscotti oppure al bar alla vista della brioche cadi in tentazione?

Se ti ritrovi in questi esempi e molte volte ti sei detta “questa volta è l’ultima” o “da domani cambio” oppure ti riprometti che “lunedì inizio a fare la brava” ti potresti convincere che non hai “volontà” quando si tratta di dolci. Potresti anche sentirti abbastanza colpevole dopo aver mangiato qualcosa di dolce. Beh, non sei sola.

Mentre è comune sapere che l’aumento del consumo di zucchero ha un impatto negativo sulla nostra salute, incluso l’aumento del rischio di malattie cardiovascolari e diabete, può ancora essere difficile stare lontano dai sapori dolci. Come suggerisce la ricerca, il sapore dolce è universale nelle culture in tutto il mondo e ha anche svolto un ruolo vitale nell’evoluzione umana. Il problema con lo zucchero si presenta con il sovra-consumo.

Lo zucchero, i dolci, gli snacks sono così prontamente disponibili presso le stazioni di servizio, i luoghi di lavoro e gli eventi sociali, rende più difficile dire “no” ogni volta. La buona notizia è che con strategie olistiche, puoi ancora avere la tua torta e mangiarla. Sono passati i giorni in cui è necessario controllare rigorosamente e limitare l’assunzione di zucchero. Al contrario, concentrarsi su questi sei strumenti per aiutarci a ridurre le nostre voglie e trovare alternative più sane per darci quella “dolce coccola” che stai cercando.

 

  1. Stabilire i livelli di zucchero nel sangue

Se il tuo livello di zucchero nel sangue oscilla da alto a basso durante il giorno, è probabile che la tua esigenza di  zucchero sia bramosa, impellente. Quando il tuo livello di zucchero nel sangue è basso, è comune riscontrare bassi livelli di energia con desiderio di carboidrati o di zucchero per aiutarti a far ritrovare l’energia.

Alcune strategie per prevenire i picchi di zucchero nel sangue sono:

  • Mangia la tua colazione entro un’ora dal risveglio. Al mattino, il livello di zucchero nel sangue è più basso perché hai digiunato tutta la notte. Se si mangia entro un’ora dalla sveglia, aiuti a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue e dell’insulina.
  • Includi proteine ​​e grassi sani (cioè, avocado, noci e semi, olio d’oliva, ghee, olio di cocco) in ogni pasto per aiutare a stabilizzare il tuo zucchero nel sangue
  • Evita di saltare i pasti. Digiunando per molte ore il livello di zucchero nel sangue inizierà a calare, e questo può portare ad un eccessivo desiderio di zucchero
  1. Avere a portata di mano alternative sane

Assicurati di avere alternative sane allo zucchero a portata di mano ovunque tu sia. Ancora una volta, sbarazzarsi del desiderio di dolce non significa che devi tagliare i sapori dolci tutti insieme. Quando in ufficio le colleghe preparano biscotti e cookies o torte oppure gli snacks alla macchinetta automatica, puoi attingere nella tua dispensa segreta e solo tua, per afferrare la tua alternativa al dolce ma sana.  Potrebbe essere un muffin, una torta, un croccante fatto in casa con dolcificanti naturali o potrebbe essere cioccolato fondente superiore al 70%.

Troverai nella sezione ricette, le alternative sane alla tua voglia di zucchero

  1. Incorporare le verdure dolci e cereali integrali nella tua dieta

L’aggiunta di verdure dolci nella dieta ti aiuterà a dare al tuo palato qualche soddisfazione di sapori dolci durante il giorno. Alcuni verdure da provare includono:

Patate dolci arrostite o lessate

Barbabietole

Carote

 

Come cereali integrali puoi consumare:

Riso integrale

Miglio

Quinoa

  1. Avverti le tue emozioni

Non sorprende il legame tra le tue emozioni e mangiare alimenti ad alto contenuto di grassi e zuccheri. Quando sei stressata o triste e vai dritta sulla vaschetta di gelato o di “Nutella”,  si delega allo zucchero la capacità di risollevarci l’umore e sentirci meno soli. Ma ci sono modi per combattere questa dipendenza.

Inizia a prendere consapevolezza a quali emozioni si verificano e quando hai i tuoi desideri di zucchero. Quindi, scrivi un elenco di azioni che possono aiutarti a risolvere l’emozione che stai vivendo.

Per esempio:

Stressata: prova ad praticare qualche respirazione addominale o meditazione di pochi minuti.

Annoiata: leggi un articolo o guarda un video divertente di YouTube sul tuo cellulare

Senti sola: chiama un amico o un familiare, scrivi il tuo diario o leggi un libro

In tutti questi esempi, se invece dai spazio allo zucchero e alla tua voglia di dolce, calmi temporaneamente i tuoi sentimenti indesiderati, ma in realtà non risolvi il problema, anzi poi oltre al sentimento indesiderato, avrai anche il senso di colpa per aver ceduto nuovamente allo zucchero. Se vuoi davvero cambiare il tuo rapporto con lo zucchero, dovrai scavare un po’ più in profondità per sostenere e affrontare le tue emozioni.

  1. Dormire almeno 7 ore per notte

Uno studio del 2016 ha mostrato che chi dorme meno di 5 ore per notte ha un aumento del 21% nel consumo di bevande zuccherate (compreso il caffè), dolci e prodotti da forno. Un altro studio ha mostrato che l’ormone che regola l’appetito, la grelina, si innalza quando si dorme poco e non abbastanza, facendo innalzare la richiesta di assunzione di carboidrati e dolci.

Se avete abitudini di sonno malsane come andare a letto troppo tardi o guardare la TV prima del letto (che può stimolare la tua mente invece di calmarla), è il momento per un cambiamento. Sperimenta una o due settimane di dormire di più e nota la differenza nelle tue voglie di zucchero. (vedi articolo sull’Orologio degli organi)

  1. Identificare la causa principale

Se hai provato i passaggi da 1 a 5 e non hai notato una riduzione significativa delle tue richieste di zucchero, potrebbe esserci un’altra causa che contribuisce alle tue esigenze di zucchero.

Uno squilibrio comune dello stomaco che contribuisce ad aumentare la voglia di zucchero è la Candida Albicans, noto anche come “crescita di lievito”. Consulta il tuo medico o un medico di medicina alternativa per vedere se la Candida sta contribuendo al tuo aumento di peso e alla tua continua esigenza di zucchero nel sangue.